FoodLifestyle

L’evento esclusivo di Cotto e Mangiato Magazine: la rivista cambia veste!

Martedì 10 ottobre sono stata invitata all’evento di Cotto e Mangiato Magazine per conoscere i dettagli del restyling della rivista.

In realtà, in Cotto e Mangiato Magazine è cambiato ben poco, e infatti non è di questo che vorrei parlarvi.

In questo post molto più chiacchiericcio vorrei semplicemente raccontarvi com’è andata la serata, allegandovi anche qualche foto, soffermandomi soprattutto sui piatti del buffet. Magari, avvicinandosi il periodo delle feste, qualcuno di voi potrà prendere ispirazione per un piccolo aperitivo natalizio o per un’occasione speciale.

What to eat: cosa abbiamo assaggiato all’evento di Cotto e Mangiato

Durante l’evento di Cotto e Mangiato Magazine a contare più di ogni altra cosa è stato il cibo. Penserete: “Wow, cibo, cibo, cibo dappertutto!!”. Invece no. O meglio, assolutamente il cibo è stato protagonista, ma in modo assolutamente raffinato (forse fin troppo).

Appena entrati, ad accoglierci sono stati 5 camerieri tirati a lucido che si aggiravano per la sala offrendo chi cibo e chi drink. A fare da cornice, più che da sfondo, il logo di Cotto e Mangiato Magazine proiettato su un maxi schermo.

Sui due tavoli e su un tavolino in vetro, è stato possibile sfogliare l’ultimo numero di Cotto e Mangiato Magazine e dello speciale della rivista, dedicato in questo caso al veggie.

Ma so cosa vi state chiedendo: “Cosa c’era sui vassoi?”. Durante i primi 10-15 minuti di accoglienza, ben poco in realtà, ma sicuramente di qualità ottima.

Il primo finger food è stato una Cheesecake salata: la base rettangolare era una cialda croccante a base di pane. All’interno, crema di formaggio e una puntina di salsa di peperone. Dello stile di Cotto e Mangiato in realtà aveva ben poco, oltre al fatto che si faceva mangiare volentieri.

A seguire, i camerieri hanno portato in sala un uovo molto particolare: all’interno di un guscio vero, è stato servito un uovo strapazzato al tartufo con fonduta di gorgonzola e noci tritate.

Oltre a questi, è stato possibile assaggiare altre piccole tartine nell’attesa della presentazione della rivista.

A presentare il restyling di Cotto e Mangiato Magazine, gli autori del programma Tv e l’editore della rivista, ma non solo: all’evento era presente anche Tessa Gelisio, la conduttrice della rubrica.

Dopo una breve (anzi brevissima) presentazione, siamo stati fatti accomodare in una sala seminterrata dove dai finger food siamo passati a di fini bicchierini di vetro.

Qui, il catering di Cotto e Mangiato ha servito tartare di salmone, tartare di fassona, bicchierini di cheesecake salata con spuma di formaggio, salsa di pomodoro e basilico, cervice, vellutata di broccoli e patate e altri assaggi di questo genere.

What to drink: cosa abbiamo bevuto all’evento di Cotto e Mangiato

Per quanto riguarda i drink, Cotto e Mangiato Magazine non si è assolutamente risparmiato.

Già all’ingresso in sala era possibile prendere da uno dei vassoi offerti dai camerieri qualcosa da bere.

La scelta, per tutta l’anima serata è stata la stessa ma i cocktail erano molto curati sia nel sapore che nell’aspetto.

È stato possibile scegliere tra prosecco, bianco fermo, vino rosso, Hugo e Spritz.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *